applicazioni

Giochi ed utilities per Facebook. Tutte le novità costantemente aggiornate.

25 set 09
VoIP Facebook

Tag:, , , , ,

Presto sarà possibile telefonarsi gratuitamente da Facebook grazie al sistema Voice over Internet Protocol, lo stesso che utilizza Skype, per intenderci.
La piattaforma sta per essere realizzata dall’azienda Vivox, con la quale c’è un accordo ma non sono stati ancora definiti i tempi per la realizzazione del progetto.

30 lug 09
Entro la fine del 2009 Facebook e Twitter da Xbox 360 live

Tag:, , , , , , , ,

È stato annunciato ufficialmente che la consolle di videogiochi della Nintendo, la Xbox 360, metterà a disposizione il servizio per navigare ed interagire con Facebook e Twitter.

Xbox live permetterà di accedere ad altre features, ma per ragioni di mercato non si conoscono ancora i dettagli. Vi aggiorneremo.

30 lug 09
La nuova application di Facebook per telefonini Android

Tag:, , , , , , , , , ,

Fonte: Techcrunch

A partire dalla prossima settimana sarà disponibile la prima versione di una applicazione di Facebook per i telefonini Android di Google.

La notizia è alquanto inaspettata poichè Facebook e Google sono notoriamente rivali, e la disponibilità di una applicazione di Facebook per Android (che appartiene di fatto a Google) potrebbe incrementare notevolmente le vendite del telefonino.

È ovvio che Facebook vuole espandersi su tutti i mezzi di comunicazione esistenti prima che lo faccia qualcun’altro (leggi Twitter), ed è tecnicamente possibile che sviluppare l’applicazione per Android non abbia avuto costi considerevoli. Ne è prova il fatto che non è ancora possibile accedere dall’Android alla posta su Facebook,  ma in compenso lo streaming è garantito costantemente, il che è molto positivo.

Ovviamente sarà possibile caricare dall’Android le fotografie direttamente sul proprio profilo di Facebook. Leggi che cos’è un telefonino Android.

28 lug 09
Privacy a rischio con FriendCSV, Plaxo, fbCal e altre applicazioni

Tag:, , , , ,

Fonte: Facebook Italia

La privacy su Facebook non è mai stata tranquilla, nonostante le misure di sicurezza importe dai programmatori. Tuttavia, anche volendo limitare le informazioni personali ai soli amici, si corrono notevoli rischi.

I rischi sono maggiori se le informazioni personali finiscono poi nelle mani sbagliate, ovvero di professionisti che fanno delle truffe telematiche il loro mestiere. A volte basta iscriversi ad un sito sbagliato, inserire la stesa password che si usa per l’email, o per facebook, e la frittqata è servita. Altre volte nelle informazioni personali diamo indizi sulle nostre password, tipo il nome del coniuge, del figlio, una data di nascita o così via dicendo.

Quando accettiamo una applicazione su Facebook, inoltre, mettiamo a rischio non solo i nostri dati, ma anche quelli dei nostri amici. Ad esempio, FriendCSV può accedere ai nomi, date di nascita, alle storie scolastiche e lavorative degli amici e ad altre informazioni. Plaxo invece è un sito dove si può scaricare una applicazione di nome Pulse, la quale cerca tutti i contatti di Facebook e ne ricava i dati personali. FBcal invece prende in memoria tutti i dati relativi ai compleanni.

Senza mettere i dubbio l’onestà degli sviluppatori che hanno messo a punto le citate applicazioni, l’utente di Facebook dovrebbe capire che ci sono senza dubbio altre applicazioni che raccolgono informazioni personali. E di certo non tutti sono ben intenzionati.

22 lug 09
Tick Tock è il nuovo gioco della Ubisoft per Facebook

Tag:, , , , , ,

Fonte: Inside Social Games

Sviluppato da Omar Abdelwahed e la sua squadra negli uffici della Ubisoft a San Francisco, Tick Tock è il primo di una annunciata serie di videogiochi per Facebook.

TickTock è un gioco originale, studiato appositamente per Facebook, ed è estremamente facile da giocare: bisogna rispondere ad alcune domande riguardo lo status degli amici per armare o disarmare delle bombe; per costruire una bomba bisogna rispondere ad una serie di domande sugli amici nel giro di 60 secondi. Più le domande sono corrette, più potenti saranno le bombe.

Ad esempio: Mario risponde correttamente a 9 domande su Bruno. Ciascuna domanda corrisponde ad un livello della bomba, Mario stai inviando a Bruno una bomba di livello nove. Per disarmare la bomba, Bruno deve rispondere correttamente ad un numero equivalente di domande su Mario.

Ogni volta che si invia una bomba ad un amico, e questa non viene disinnescata, si guadagnano dei punti e gli oggetti che quell’amico teneva in una stanza segreta. Gli oggetti dovranno ovviamente essere riparati.
Tick Tock prevede inoltre una serie di opzioni nel congegnare bombe, che si otterranno man mano che il gioco va avanti e si diventa esperti.

22 lug 09
Facebook Connect tradotto in 64 lingue

Tag:, , , , , ,

Fonte: Facebook Developers

Oggi è stato annunciato che il widget di Facebook Connect, il login unico che potrebbe rivoluzionare il web, è stato tradotto in 64 lingue, tra le quali ovviamente l’italiano.

Gli sviluppatori dovranno solo apportare una semplice modifica allo script, e Facebook Connect riconoscerà automaticamente la lingua del visitatore. L’annuncio di questa piccola ma essenziale opzione risponde all’annuncio di Yahoo di aprire la propria homepage ai social network, quali Twitter e Facebook, dando così ulteriore conferma di voler usare lo strumento Facebook Connect.

21 lug 09
Trovare gli amici di Facebook su Twitter con l’applicazione FB 140

Tag:, , , , , , , ,

Fonte: Inside Facebook

FB140 è una applicazione sviluppata da Twables.com che consente di trovare gli amici di facebook che hanno anche un account su Twitter. FB 140 si basa su Facebook Connect per trovare e aggiungere i tuoi amici di Facebook alla lista dei “Following” su Twitter. In pratica l’applicazione legge la sezione “Info” sul profilo Facebook dei tuoi amici e cerca gli URL di Twitter eventualmente inseriti.

fb140-find-facebook-friends-on-twitter-499x273

21 lug 09
Che fine fanno i dati personali immessi su Facebook Five?

Tag:, , , , , ,

Fonte: PCworld

La notizia è apparsa sulla rivista Wired di Agosto, dove non è fatto mistero della destinazione di milioni di informazioni personali in merito a gusti musicali, cinematografici e televisivi.

Lo stesso Tim O’Shaughnessy, responsabile di Living Social (l’azienda che ha sviluppato l’applicazione per Facebook) dice di lavorare a stretto contatto con major discografiche e cinematografiche. Interrogato sulla eventualita di una cattiva informazione da parte degli utenti sull’uso finale dei dati raccolti con l’applicazione, O’Shaughnessy chiosa affermando che “le persone sanno che, quando un servizio è gratis, dietro ci sono dei meccanismi che consentono ad una azienda di monetizzare in qualche modo”.

21 lug 09
Come taggare gli amici di Facebook con Photo Tagger

Tag:, , , , , ,

Fonte: Inside Facebook

Dagli stessi creatori di Photo Finder arriva la novità tel tag di massa.
Photo Tagger, realizzato da Face.com, è l’applicazione che permette agli utenti di taggare in un unico clic tutte le foto di un album.
Photo Tagger usa un software di riconoscimento facciale, per cui una volta scansionate le fotografie suggerisce i tag e basta solo controllare che sia tutto corretto.

phototagger-screen3

20 lug 09
Le foto su Facebook si possono vedere con Seegugio e Photo Stalker

Tag:, , , , , , ,

Fonte: Excite

L’ennesima minaccia alla privacy degli utenti di Facebook proviene stavolta da programmi esterni: si chiamano Photo Stalker e Seegugio, uno è americano, 100 mila utenti, l’altro è un programma made in Italy.

Questi programmi non violano le condizioni d’uso di Facebook, in quanto sfruttano solo un disattento uso, da parte degli utenti, delle impostazioni sulla privacy. In pratica, quando le foto di un profilo sono settate come “visibili ai soli amici”, o “agli amici degli amici”, questi due programmi non riescono a superare la barriera posta da Facebook, e le foto non vengono visualizzate.

Il problema però sussiste in quanto Facebook è accusata di non avere cura di avvisare l’utente registrato a prendere nota dei possibili rischi in cui si incorre se non si presta attenzione ai settaggi sulla privacy.

Se non hai provveduto, modifica i permessi alle tue informazioni e foto ora.